IVM @ EMG 2015

Inizia sotto la pioggia l’avventura della squadra OVER 55 dell’ITALIAN VOLLEY MASTER agli EUROPEAN MASTERS GAMES di Nizza, con l’arrivo in Costa Azzurra venerdì 2 ottobre, l’accredito e la sistemazione in hotel.

Alla sera a cena insieme e poi a letto presto per recuperare le forze in vista dell’esordio del mattino successivo; quasi tutti visto che il romano Cultrera ha avuto il volo cancellato e quindi è ancora in viaggio in treno.

Il sabato mattino all’arrivo alle 8 alla palestra PALMEIRA si scopre che il calendario è variato e che bisognerà giocare due partite di seguito nella mattinata, la prima con i russi del TVER e la seconda con i torinesi del TGV.

In campo alle 9 e subito la squadra inizia a spron battuto mettendo sotto i forti giocatori russi, prendendo un bel vantaggio che gestisce nel finale di set contenendo la rimonta degli avversari, che iniziano a contestare non accettando la decisione arbitrale sul punto finale del set; comunque è 1 a 0 per l’IVM.

Secondo set con le due squadre che combattono ad armi pari fino al 20 ma poi sono gli ex-sovietici a prendere il sopravvento portando l’incontro al terzo e decisivo set.

Quindi adesso ogni palla diventa fondamentale ed è proprio la tattica degli italiani ad avere la meglio, forzando il gioco al centro nella fase iniziale della frazione così da poter smarcare gli schiacciatori nel concitato finale di set che si chiude per 15 a 12 a favore dell’ITALIAN VOLLEY MASTER.

Il tempo di fare un pochino di stretching ed è subito ora di scendere in campo contro i torinesi del TURIN GRIIS VOLLEY , formazione che si è presentata ben preparata all’esordio in una manifestazione internazionale.

Resta però netto il divario fisico – tecnico tra le due formazioni, con l’IVM che è stata raggiunta anche da Cultrera, che dopo una nottata in treno può così fare il proprio esordio nella competizione.

Finisce due a zero per i più esperti giocatori che rappresentano la VOLLEY MASTER LEAGUE, ma è festa per tutti perché in ogni caso ci si è potuti misurare ad armi pari.

Unica nota stonata il piccolo infortunio occorso a Paolo Vecchi che gli impedisce di saltare e lo terrà fermo per un giorno.

Sabato sera tutti a cena in un ristorantino caratteristico sulle colline nei dintorni di Nizza, però il tempo ha deciso di avere la meglio e dopo essersi bagnati fino al midollo per arrivare a cena, il rientro degli italiani in albergo li vede finire nel bel mezzo delle esondazioni che colpiscono la Costa azzurra, per cui si resta ad avere a che fare con le strade bloccate fino alle cinque del mattino.

Domenica mattina nuovamente tutti in campo contro una formazione mista formata da finlandesi, francesi ed italiani ed anche in questo caso è notevole il divario con l’ITALIAN VOLLEY MASTER, che può far scendere in campo tutti i suoi effettivi e vincere per due a zero.

È però l’occasione per reincontrare un vecchio amico come Vladimir Kondra, che a 65 anni non ha perso la voglia di andare su tutti i palloni che aveva quarant’anni fa.

Lunedì è la giornata decisiva , che inizia alle 9 con la semifinale contro l’UCRAINA, che viene superata agevolmente per due a zero e che serve da banco di prova per verificare lo stato di forma dei giocatori in attesa della finale del pomeriggio.

Sono nuovamente il TVER e l’ITALIAN VOLLEY MASTER a dover disputare la finalissima del torneo OVER55, con i russi che evidentemente non hanno per niente digerito la sconfitta di due giorni prima ed iniziano il riscaldamento a rete provocando gli italiani.

Nasce quindi il primo di una serie di battibecchi, che però restano sempre nell’ambito della migliore sportività, ma servono per mettere il giusto pepe all’incontro, casomai non fosse stata sufficiente la sua importanza.

Primo set giocato sul filo del punto, con i russi che arrivano fino al 24 a 20 ma vengono raggiunti e superati sul filo di lana dall’IVM che si porta in vantaggio di un set.

Cambio campo con i russi che contestano il posizionamento delle aste , provocando un ritardi di cinque minuti per interrompere il ritmo degli italiani.

Inizio set che vede l’IVM partire bene prendendo il controllo del gioco e nonostante la ennesima interruzione del gioco per proteste dei russi, chiude per 25 a 17 aggiudicandosi set, partita e medaglia d’oro del torneo.

Una manifestazione a cui forse non hanno partecipato molte formazioni, ma che ha avuto nelle due partite TVER – IVM dei momenti di notevole livello tecnico.

 

 

 

 

La squadra ITALIAN VOLLEY MASTER 55 era composta da

NOME NR. RUOLO SQUADRA
GIULIO BELLETTI 5 alzatore APAPAR PARMA
SANDRO BUSSI 6 alzatore VOLLEY CLUB TORINO
GIANCARLO DAMETTO 3 centrale VOLLEY CLUB TORINO
PAOLO VECCHI 11 centrale APAPAR PARMA
GIANNI LANFRANCO 10 centrale VOLLEY CLUB TORINO
STEFANO CELLA 2 centrale MASTER VOLLEY FVG
FRANCO ALLESCH 12 libero MASTER VOLLEY FVG
MASSIMO RAFFALDI 9 opposto VOLLEY CLUB TORINO
NICCOLO CULTRERA DI MONTESANO 1 opposto ROMA VOLLEY
GIORGIO VIGNA 8 schiacciatore VOLLEY CLUB TORINO
GIORGIO GOLDONI 4 schiacciatore VOLLEY CLUB TORINO
VALERIO SOZZA 7 schiacciatore VOLLEY CLUB TORINO
MARCO GRANDI allenatore MODENA
ACHILLE SANTORO fisioterapista TORINO
ENNIO GALLO medico MODENA
LEANDRO NOVI accompagnatore MODENA
GIANNI BORTOLUSSI fotografo PORDENONE

Tutte le foto sul nostro sito www.volleymaster.it

30/10/2015